Trova nel sito

Chi è on Line

Abbiamo 40 visitatori e nessun utente online

Login

Confesercenti Verona non ci sta e si oppone alla decisione del sindaco di Villafranca, Mario Faccioli, di imporre la sosta a pagamento anche su Piazzale San Francesco. Una decisione, quella presa dal primo cittadino, che scontenta tutti, a partire proprio dai commercianti: «Questo provvedimento va a danneggiare ancora una volta il piccolo commercio del centro – ha commentato Paolo Bissoli, vicepresidente dell’associazione di categoria –, dando una mano alla grande distribuzioni presente nelle periferie che può permettersi ampi parcheggi e completamente gratuiti. Siamo d’accordo sul fatto che il Comune abbia sempre meno fondi a disposizione, ma non deve essere sempre il cittadino a pagare. In un momento di profonda crisi del settore avevamo fiducia che almeno le istituzioni ci tutelassero, ma evidentemente non è così».

 

Oltre agli esercizi del centro, anche il mercato settimanale del mercoledì subirà le conseguenze della mancanza di parcheggi gratuiti: «I banchi occupano tutto il Corso, diminuendo ancora di più la disponibilità di parcheggi. Si arriverà al punto che oltre a non essere più conveniente frequentare il mercato, sarà anche rischioso, perché se mi dovessi soffermare qualche minuto in più scatterebbe immediatamente la sanzione. Quale consumatore si avvicinerebbe in una situazione del genere? Qui non si tratta più di normale amministrazione, ma di vere e proprie vessazioni mascherate da servizi», ha proseguito Bissoli.

Confesercenti Verona, quindi, si riserva di intraprendere tutte le iniziative possibili per fermare o modificare la decisione di Faccioli: «Raccoglieremo firme, ci mobiliteremo e ci muoveremo in ogni ambito per far tornare il sindaco sui suoi passi – ha concluso Bissoli –. Il nostro auspicio è che si torni a tutelare la piccola e media impresa che tanto ha fatto per Villafranca».