NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più!

Formazione

Master

Italia COMFIDI

banner comfidi piccolo

Corsi Obbligatori

Ambulanti On-Line

Storie di Impresa

2020 11 Torluccio Alessandro Confesercenti copia

Sicurezza, un tema fondamentale nel panorama attuale! Locali chiusi alle 18, coprifuoco alle 22 e nella città svuotata di gente c'è chi se ne approfitta facendo man bassa. Per aiutare esercenti e commercianti a non essere vittime di furti e rapine in questo difficile momento, l'associazione culturale Supera, in partnership con CSA Security, ha messo a punto il progetto Sinecura Shield, presentato alla Fondazione Toniolo, che ha dato il patrocinio all'iniziativa insieme a Confcommercio e Confesercenti Verona.

“Quella di oggi è una dimostrazione di come fare sinergia tra varie realtà del territorio e tra pubblico e provato, porti risultati importanti in favore della nostra comunità – ha detto l’assessore al Commercio Nicolò Zavarise, che ha sostenuto la realizzazione del progetto. “Laddove il pubblico può trovarsi in difficoltà, l’aiuto dei privati diventa fondamentale per trovare soluzioni efficaci e veloci, specialmente in un panorama economico di grave crisi. Con questa opportunità, per cui è doveroso fare un plauso all’associazione culturale Supera e al partner CSA security, che mette a disposizione un dispositivo di sicurezza gratuito per tutti i pubblici esercizi della città che ne faranno richiesta, vogliamo garantire ai nostri imprenditori che hanno già sostenuto in questa annualità pesanti investimenti senza avere adeguati incassi, la possibilità di mettere in sicurezza senza ulteriore sforzo economico le proprie attività, oggi più che mai da salvaguardare e tutelare. Lo svuotamento delle città a causa delle continue restrizioni e il periodo invernale infatti, accentuano fisiologicamente il rischio di furti e pericoli. È quindi doveroso per chi amministra tenere un costante occhio vigile sulla città”.

La proposta è di metterlo a disposizione gratuitamente per i titolari di bar, ristoranti o negozi iscritti alle associazioni di categoria per i mesi di dicembre, gennaio e febbraio prossimi. «La gratuità è anomala, come del resto è anomala la pandemia che stiamo subendo», dice Luigi Alfieri, presidente CSA Security. «La nostra speranza, ovviamente, è che chi lo sperimenta ora continui a utilizzare il sistema. Ma l'urgenza è contribuire a stoppare la delinquenza e garantire la sicurezza.

«L'associazione culturale Supera ha tra i suoi obiettivi individuare partner che abbiano a cuore il bene della comunità, per reperire risorse o servizi utili», spiega Andrea Velardi, presidente dell'associazione e consigliere comunale. «Stiamo già pensando a progetti innovativi sul fronte della cultura, con la partecipazione attiva della città».

Anche il presidente della Fondazione Toniolo, don Renzo Beghini, ritiene che la sicurezza sia «un bene comune. Se ne avverte l'importanza quando non c'è, nei volti degli anziani che non sono tranquilli, o in quelli delle famiglie preoccupate. È un bene intangibile, ma che garantisce lo star bene di tutti».

Il progetto sbarcherà presto in commissione comunale sicurezza presieduta da Roberto Simeoni, che dice: «È già stata rimandata per garantire la presenza del sindaco e sarà dato spazio ai rappresentanti delle categorie». Paolo Artelio, presidente Fipe-Confcommercio e Silb-Fipe Verona e Alessandro Torluccio, direttore generale Confesercenti Verona, sono pronti a diffondere l'offerta tra i loro associati. «La promozione parte da dicembre, ci muoveremo in fretta. Il sistema Verona è anche questo».

Vedi il servizio TG Verona Telenuovo https://www.tgverona.it/pages/915387//attualita/commercianti_piu_sicuri.html