NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più!

Iniziativa Benefica

Formazione

Master

Italia COMFIDI

banner comfidi piccolo

Corsi Obbligatori

Ambulanti On-Line

Storie di Impresa

042 palazzo chigi

Sospese tutte le attività non essenziali: il nuovo Dpcm in vigore da lunedì 23 marzo (clicca qui per il testo completo) prevede limiti più severi allo svolgimento delle attività economiche, oltre a nuove restrizioni dei movimenti personali.

Per quanto riguarda le attività del commercio, è riconfermato quanto previsto  Dpcm dell’11 marzo (clicca qui per sapere che cosa prevede) integrato dall’ordinanza del ministero della Salute del 20 marzo (clicca qui per sapere che cosa prevede) e – per il territorio veneto – dall’ordinanza regionale del 20 marzo (vedi allegato).

In sostanza, dunque, per le attività commerciali, turistiche e di somministrazione non cambia nulla rispetto alla regole entrate in vigore l’11 marzo scorso e alle ulteriori restrizioni successivamente disposte dal ministero della Salute (chiuse le attività di somministrazione nelle stazioni di servizio carburanti a esclusione di quelle autostradali, che però devono limitarsi a vendere prodotti per asporto da consumarsi fuori dai locali) e dalla Regione Veneto.

Tutti i provvedimenti citati sono validi fino al 3 aprile.