Benvenuto in Confesercenti di Verona
Bandi a fondo perduto - Regione del Veneto
Giovedì 29 Settembre 2016 15:34
La Regione del Veneto ha pubblicato due importanti bandi a fondo perduto per le imprese del commercio, dei servizi, della manifattura e dell'artigianato.
Tutte le imprese che stanno effettuando investimenti o che lo abbiano fatto di recente, sono interessate a questo contributo a fondo perduto.
Pertanto inviatiamo le imprese a contattare la sede Confesercenti allo 045 8624011 per prendere un appuntamento per visionare la documentazione e vederne la fattibilità dell'inoltro pratica.
 
Commercio: BOLKESTEIN, grande successo del convegno di ANVA-Confesercenti Verona
Martedì 27 Settembre 2016 17:29
Numerosi imprenditori hanno partecipato al convegno organizzato da ANVA Confesercenti Verona, l'associazione nazionale del commercio ambulante, riunita per trattare delle modifiche al settore apportate dalla Direttiva Bolkestein. L'incontro, presieduto dai vertici dell'Associazione, si è tenuto presso la sala JFK dell'Airport Hotel di Dossobuono e ha visto la partecipazione di oltre 150 imprenditori titolari di autorizzazioni del commercio su area pubblica interessati alla modifica normativa.
Ad aprire il Direttore Generale di Confesercenti Verona Fabrizio Tonini, che ha condotto i lavori introducendo poi i singoli interventi. Il primo a prendere la parola è stato il Presidente Nazionale ANVA Maurizio Innocenti, con un excursus sulla Direttiva Bolkestein dalla sua nascita ad oggi, seguito dal Coordinatore Nazionale ANVA Andriano Ciolli che invece è stato più tecnico, facendo una analisi delle problematiche legate alle affittanze, loro tempistica e necessità di una uniformità di regolamentazione a livello nazionale.
E' intervenuto poi il Presidente di ANVA Provinciale Verona Paolo Bissoli, che dopo aver ringraziato i presenti ha evidenziato che la categoria deve, sempre più, e soprattutto in questi momenti, essere unita. Ha preso poi la parola il Responsabile Legislativo Regionale di Confesercenti Veneto, Michele Lacchin il quale ha esposto in modo tecnico la normativa recepita dalla Regione del Veneto e ha dato indicazioni sulle prossime scadenze importanti del settore.
Nell'intervento conclusivo, il Presidente Nazionale di ANVA Confesercenti, ha evidenziato alcune delle azioni che alcune regioni stanno già avviando in collaborazione con l'Associazione di categoria che in questa partita ha svolto un ruolo di regia importantissimo a tutela del settore dell'ambulantato. Inoltre ha dichiarato "Non è vero che le concessioni saranno messe all'asta, così come è assolutamente falso che le società di capitali ne potranno fare man bassa. Il nostro è un settore che a causa della incertezza normativa è ingessato da anni, non si fanno investimenti, i mercati si sono dequalificati, le imprese hanno perduto valore. Nel comparto, insieme a 100.000 imprese regolari, ne operano altrettante abusive. Questi sono i veri problemi. L'attuazione, in Italia, della direttiva porterà ad un gravoso impegno burocratico per Comuni e imprese ma tutelerà tutte le imprese 'regolari' e, probabilmente, rivitalizzerà gli investimenti."
A conclusione dei lavori, si sono succedute qualificate e importanti domande da parte di molti operatori presenti, alle quali i relatori hanno risposto in maniera esaustiva.
 
Bolkestein - ISTRUZIONI PER L'USO
Giovedì 15 Settembre 2016 10:24
2016 09 Volantino bolkestain settembre 2016A pochi giorni dall'emanazione dei bandi comunali per la riassegnazione dei posteggi nei mercati e nelle fiere, l'ANVA-CONFESERCENTI di Verona invita tutti gli associati a partecipare all' Assemblea Provinciale ANVA - lunedì 26 settembre alle ore 16.30 presso AIRPORT HOTEL VERONA - Via Monte Baldo 2, Villafranca di Verona.
Nel corso della riunione verranno esaminate le ultime novità normative nazionali e regionali sull'applicazione della direttiva europea.
 Parteciperanno:
Paolo Bissoli – Presidente Provinciale Anva-Confesercenti
Fabrizio Tonini – Direttore Provinciale Confesercenti Verona
Michele Lacchin – Esperto Legislativo della Confesercenti Regionale Veneto
Adriano Ciolli – Coordinatore Nazionale Anva-Confesercenti
Maurizio Innocenti – Presidente Nazionale Anva-Confesercenti
 
Vista l'importanza del tema l'Assemblea è aperta a tutti gli operatori del commercio su aree pubbliche.
 
 
“Un’Amatriciana per Amatrice”: nei ristoranti un primo piatto per aiutare le imprese del luogo
Giovedì 25 Agosto 2016 18:09
25-locandina-amatriciana-211x300Un'amatriciana per sostenere la ricostruzione. Anche i ristoratori si impegnano nella solidarietà: nella settimana tra il 12 ed il 18 settembre, in tutta Italia offriranno nel loro menu, in un giorno a loro discrezione, una amatriciana per la ricostruzione. Tutti i clienti che in quella giornata ordineranno il piatto, contribuiranno indirettamente a sostenere la ripartenza delle imprese delle zone colpite: l'importo pagato, infatti, verrà devoluto interamente dai ristoratori in un fondo (IBAN IT 23A 03127 03200 000000015000) finalizzato alla ricostruzione e al sostegno delle attività della ristorazione, del commercio e della ricettività dei comuni di Amatrice, Accumuli, Arquata del Tronto e Pescara del Tronto.
E' questo l'obiettivo di "Un'Amatriciana per Amatrice" (#UnAmatricianaPerAmatrice), il progetto di solidarietà messo in campo dagli imprenditori di Confesercenti in collaborazione con l'Associazione Nazionale Città del Vino, che riunisce i 450 comuni a vocazione enogastronomica del nostro Paese, per dare un contributo concreto alla ripartenza delle attività del territorio colpito dal sisma, dalle cui tradizioni è nato uno dei piatti più noti e rappresentativi della cultura e sapienza enogastronomica italiana. L'auspicio è di arrivare a servire oltre 100mila amatriciane. L'iniziativa è aperta a tutti i ristoratori, non solo italiani. Per aderire sarà sufficiente registrarsi online su www.unamatricianaperamatrice.it per ottenere le locandine ed il materiale informativo relativo alla procedura da adottare, in italiano e presto anche inglese.
Allegati:
Scarica questo file (Locandina-Amatriciana.jpg)Locandina-Amatriciana.jpg[ ]303 Kb
Leggi tutto...
 
Bolkestein – salvati i mercati e i diritti degli operatori, la Giunta regionale del Veneto recepisce
Venerdì 01 Luglio 2016 12:13
2016 Paolo BissoliNei prossimi mesi, in conseguenza dell'entrata in vigore della Direttiva Servizi dell'Unione Europea (conosciuta anche come "Direttiva Bolkestein") e dei relativi provvedimenti di attuazione statali, i Comuni dovranno affrontare il rinnovo delle concessioni per l'esercizio del commercio su aree pubbliche nei mercati e nelle fiere del Veneto. La Regione del Veneto, che ha da tempo recepito i criteri dettati in materia dalla Conferenza Stato Regioni e che si è già attivata anche per riformare la normativa di settore, ha ora adottato ulteriori criteri applicativi già recepiti dalle principali Regioni italiane. La Regione Veneto ha approvato i criteri per il rinnovo delle concessioni recependo totalmente il documento unitario concordato in conferenza delle Regioni. Si tratta di una soluzione equilibrata che valorizza la storia e la tradizione dei mercati e tutela la professionalità degli operatori. Infatti le concessioni saranno assegnate tenendo conto dell'anzianità di impresa e di posteggio. Grazie al lavoro tenace e competente delle Associazioni di Categoria, in particolare dell'ANVA Confesercenti e alla sensibilità della Giunta regionale viene garantita la continuità nella gestione dell'impresa e scongiurato l'azzeramento dei diritti acquisiti.
Gli ambulanti in Veneto sono 10.800, 1.600 nella provincia di Verona, forniscono il servizio mercatale in oltre 80 comuni, il 99% delle imprese è a gestione familiare, rappresentano oltre 5.000 occupati e l'Italia è l'unica realtà in Europa ad avere i mercatini rionali.
Nella fase di prima applicazione il punteggio maggiore sarà riferito all'anzianità di posteggio e di attività degli operatori, garantendo quindi la continuità aziendale.
"Gli ambulanti possono stare quindi tranquilli" – dichiara Paolo Bissoli, Presidente scaligero dell'Anva Confesercenti – "Questo sistema resterà in vigore fino al 2029, quindi gli ambulanti saranno tutelati per i prossimi 12 anni. Ci siamo sempre battuti affinché la direttiva europea non toccasse i mercati rionali, l'obiettivo infatti è che la Bolkestein in Italia non sia applicata: il nostro è l'unico Paese al mondo nel quale il commercio ambulante rappresenta il 22% dei consumi interni" – conclude Bissoli "La rappresentanza associativa va considerata come uno strumento importantissimo di garanzia per i posti di lavoro e per la sua presenza nelle situazioni critiche. Ora ci aspetta un lungo lavoro di collaborazione con i comuni scaligeri per la corretta applicazione dei criteri".
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 30