Benvenuto in Confesercenti di Verona
Corsi obbligatori per lavoratori dipendenti: attenzione alle sanzioni
Martedì 21 Gennaio 2014 18:32
Sono aperte le iscrizioni per i corsi obbligatori destinati ai lavoratori sulle materie di sicurezza e salute sul lavoro. Il corso, della durata totale di 8 ore, èobbligatorio per tutti i lavoratori con qualsiasi tipologia di contratto. La sanzione prevista per l'inadempienza, lo ricordiamo, è l'arresto da 2 a 4 mesi o l'ammenda da 1200 euro a 5200 euro. Invitiamo, quindi, i titolari di impresa a verificare lo stato di formazione dei propri dipendenti/collaboratori ed eventualmente prendere contatto con i nostri ufficiformazione per adempiere alla normativa. In allegato trovate ulteriori informazioni e le date di partenza dei prossimi corsi. Per info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - 0458624036
 
Corso barman: iscrizioni aperte
Lunedì 02 Dicembre 2013 18:15
La Confesercenti di Verona organizza, a partire dal 3 febbraio, un corso base per barman e caffetteria di base. Il corso, di 11 lezioni per un totale di 30 ore, prevede una parte teorica che si svolgerà nelle sale della Confesercenti di Verona e una ampia parte pratica all’interno di strutture specializzate. Le lezioni, in orario serale, saranno tenute da specialisti del settore e saranno messe a disposizione degli allievi tutte le materie prime necessarie. In allegato è possibile trovare la scheda di iscrizione. Il corso è a numero chiuso. Per ogni informazione ci si può rivolgere, in orario di ufficio, alla sede della Confesercenti di Verona, sita in via Albere 132. Il telefono è lo 045.862.40.11.
 
 
Ufficio Formazione Confesercenti Verona
uff. 045.8624034
 
 
Adempimenti urgenti dall'Agenzia delle Entrate
Martedì 26 Novembre 2013 18:41
Come previsto dal Decreto Legge 128/2011, l'Agenzia delle Entrate richiede l'invio dei dati relativi ai finanziamenti o capitalizzazioni effettuati dai soci o familiari alla ditta individuale o società stessa per gli importi superiori ai 3600 euro bonificati nel 2012. In considerazione del carattere di urgenza con cui l'Agenzia delle Entrate ha richiesto tale adempimento, si invitano tutte le imprese associate Confesercenti a prendere contatti con il proprio consulente dell'associazione di categoria per espletare la pratica entro e non oltre il 5 dicembre 2013.
 
Per ulteriori informazioni sulle modalità è possibile contattare l'ufficio fiscale Confesercenti al numero 0458624022.
 
dott.ssa Anna Nale - Ufficio Fiscale Confesercenti Verona
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Stop al nuovo insediamento commerciale sui parcheggi della Fiera
Lunedì 18 Novembre 2013 16:04

«Siamo di fronte all’ennesima vicenda in favore della grande distribuzione organizzata, una situazione ormai insopportabile per i commercianti dei quartieri e del centro storico». Così Silvano Meneguzzo, Presidente di Confesercenti Verona, ha commentato il cambio di destinazione d’uso dell’area antistante la Fiera di Verona, ventilato dalla giunta comunale e che porterebbe sull’area un insediamento commerciale di più di 8 mila metri quadrati, a scapito dell’attuale parcheggio: «Ci sembra che il Comune, ultimamente, sia troppo disinvolto in questi cambi di destinazione d’uso, mentre servirebbe una riflessione attenta e un tavolo di concertazione anche con le associazioni di categoria, che hanno il polso della situazione. Ricordiamo che Verona è la provincia italiana che sopporta sul suo territorio una delle più alte percentuali di superficie di vendita destinate alla grande distribuzione», ha proseguito Meneguzzo.

Leggi tutto...
 
Decreto cultura, Confesercenti incontra il sindaco di Verona, Flavio Tosi, e lancia l’allarme
Lunedì 18 Novembre 2013 16:00
Tosi: “Norma da rivedere, gravi implicazioni sull’occupazione delle realtà locali”. Autogol anche per i Comuni: possibile un danno erariale di 210 milioni”.
 
“La tutela dei beni culturali è attività legittima e doverosa; ma interpretarla come un’occasione per contrastare “l’esercizio del commercio al dettaglio” su suolo pubblico non è solo una forzatura illiberale, ma anche un intervento controproducente: il decreto cultura, così come è formulato, non tocca l’abusivismo, vera piaga delle nostre città; ma mette a rischio 75mila imprese tra pubblici esercizi e attività di commercio su area pubblica. Un colpo gravissimo all’economia turistica italiana, che avrà conseguenze sia sull’occupazione (157mila posti di lavoro potrebbero essere improvvisamente cancellati)  sia sul gettito fiscale generato dalle imprese dei settori coinvolti (-210miloni di euro)”. Della norma si è discusso nel corso dell’incontro fra il sindaco di Verona, Flavio Tosi, il vice presidente della Provincia di Verona, Fabio Venturi e la delegazione della Confesercenti guidata dal Presidente Marco Venturi e composta dal Segretario Generale Mauro Bussoni, dal Presidente di Anva Maurizio Innocenti e dal direttore nazionale di Fiepet Tullio Galli e del coordinatore nazionale di Anva Adriano Ciolli. Presente all’appuntamento anche la delegazione della Confesercenti di Verona, che ha propiziato l’incontro, guidata dal direttore Fabrizio Tonini, il vice presidente, Paolo Bissoli e il vice direttore, Alessandro Torluccio. Si è convenuto in primo luogo che l’Anci debba essere investita del problema e la Confesercenti a tale proposito assumerà nei prossimi giorni una iniziativa.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 17 di 33