Sicurezza e formazione: aumentano le sanzioni per le aziende inadempienti PDF Stampa E-mail
Mercoledì 13 Gennaio 2016 17:46
Con l’entrata in vigore del Jobs Act aumentano le sanzioni per una serie di violazioni delle norme di sicurezza sul lavoro: il dlgs 151/2015, infatti, contiene modifiche normative su specifiche violazioni per le quali scatta l’aumento, con la condizione generale che prevede il raddoppio delle sanzioni  se si riferiscono a più di cinque lavoratori, triplicano se ne coinvolgono almeno dieci. Le nuove sanzioni sono:
  • Da 2 mila a 4 mila euro per: mancato invio dei lavoratori alla visita medica periodica e mancata richiesta al medico competente dell’osservanza degli obblighi previsti a suo carico. 
  • Da 1.200,00 a 5.200,00 euro o arresto da 2 a 4 mesi per: mancata o inadeguata formazione del lavoratore, dei dirigenti o responsabili della sicurezza sul lavoro; mancata o inadeguata formazione dei lavoratori incaricati dell’attività di prevenzione e lotta incendi, evacuazione luoghi di  lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, salvataggio, primo soccorso e gestione dell’emergenza; mancata o insufficiente formazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. 
Vi invitiamo, quindi a verificare con il nostro ufficio formazione la vostra posizione aziendale allo scopo di evitare sanzioni e provvedimenti amministrativi (tel. 0458624034 - dott.ssa Claudia Andreatta).
A tal proposito ricordiamo, inoltre, che Confesercenti Verona proporrà il tris dei corsi sulla sicurezza (RSPP, antincendio rischio basso, primo soccorso) a partire dal 1° febbraio, mentre nelle date del 22 e 29 febbraio e 1° marzo il corso per la sicurezza dei lavoratori (Accordo Stato/Regioni del 21/12/2011).